Specifiche tecniche per la definizione del DGUE elettronico italiano “eDGUE-IT”

AGID_logo
È online il documento per la definizione del DGUE elettronico italiano per i sistemi telematici operanti nell'ambito e-procurement

Condividi questo articolo

Sono disponibili il modello dei dati e le modalità tecniche per la definizione del DGUE elettronico italiano “eDGUE-IT”, in formato XML conforme all’ESPD-EDM, come Specifiche tecniche previste dalla Circolare n. 3/2016 recante “Regole Tecniche aggiuntive per garantire il colloquio e la condivisione dei dati tra sistemi telematici di acquisto e di negoziazione”, emanata da AgID ai sensi dell’art. 58, comma 10 del decreto legislativo 18 aprile 2016, n. 50 (Codice dei contratti pubblici).

Il documento Specifiche tecniche per la definizione del DGUE elettronico italiano “eDGUE-IT” è indirizzato agli sviluppatori (e/o fornitori di servizi) dei sistemi ICT delle pubbliche amministrazioni per l’e-procurement, con particolare riferimento all’implementazione del “eDGUE-IT”, affinché il DGUE elettronico possa essere messo a disposizione dalle stazioni appaltanti e fornito dagli operatori economici ai fini della loro partecipazione alle procedure di acquisto e negoziazione, nel rispetto delle norme vigenti.

Le Specifiche sono corredate di Tassonomia di riferimento dei criteri e dell’Elenco dei Codici, entrambi pubblicati al seguente indirizzo https://github.com/AgID/eDGUE-IT.

Approfondimenti

E-Procurement |Agenzia per l’Italia digitale (agid.gov.it)

e-procurement

Sezione di archivio

Piano Triennale per l’informatica

Il Piano Triennale per l’informatica nella Pubblica Amministrazione (Piano Triennale o Piano) è uno strumento essenziale per promuovere la trasformazione digitale del Paese e, in particolare, quella della Pubblica Amministrazione italiana, attraverso la declinazione della strategia in materia di digitalizzazione in indicazioni operative, quali obiettivi e risultati attesi, riconducibili all’azione amministrativa delle PA

Leggi tutto »

TAR Sicilia – Catania: divieto di accesso ai filmati della videosorveglianza

Il diritto di accesso garantito dalla legge sul procedimento amministrativo non può essere esercitato nei confronti delle immagini riprese da un impianto di videosorveglianza installato presso il parcheggio di un ospedale, atteso che l’istanza non ha ad oggetto un documento già esistente e nel possesso del soggetto intimato ma è finalizzata a promuovere la formazione di nuovi documenti destinati a contenere le informazioni richieste

Leggi tutto »