Modifiche al TUEL sul mandato dei sindaci e al D.Lgs. sull’inconferibilità di incarichi

Normativa_logo
Nuove regole in materia di 3° mandato dei Sindaci e di inconferibilità in enti di diritto privato in controllo pubblico

Condividi questo articolo

Pubblicata la Legge 12 aprile 2022, n. 35 contenente le modifiche al TU di cui D.Lgs. 18 agosto 2000, n. 267, in materia di limitazione del mandato dei sindaci e di controllo di gestione nei comuni di minori dimensioni, nonché al D.Lgs. 8 aprile 2013, n. 39, in materia di inconferibilità di incarichi negli enti privati in controllo pubblico.
La legge, che si compone di n. 3 articoli, entrerà in vigore il 14 maggio.

A seguito delle modifiche apportate al D.Lgs. 39/2013, i soggetti condannati per uno dei reati previsti dal capo I del titolo II del libro secondo del codice penale, non possono assumere incarichi amministrativi di vertice, oltre che nelle amministrazioni statali, regionali e locali, anche negli enti di diritto privato in controllo pubblico.

A seguito delle modifiche al TUEL:

  • i comuni con popolazione fino a 5.000 abitanti non devono più applicare il controllo di gestione;
  • i sindaci dei comuni con popolazione inferiore a 5.000 abitanti non sono ricandidabili alla scadenza del terzo mandato (in passato, il limite era comuni con popolazione fino a 3.000 abitanti)

Vedi il testo sulla Gazzetta Ufficiale n. 99 del 29/04/2022: https://www.gazzettaufficiale.it/atto/serie_generale/caricaDettaglioAtto/originario?atto.dataPubblicazioneGazzetta=2022-04-29&atto.codiceRedazionale=22G00043&elenco30giorni=true

Sezione di archivio

Piano Triennale per l’informatica

Il Piano Triennale per l’informatica nella Pubblica Amministrazione (Piano Triennale o Piano) è uno strumento essenziale per promuovere la trasformazione digitale del Paese e, in particolare, quella della Pubblica Amministrazione italiana, attraverso la declinazione della strategia in materia di digitalizzazione in indicazioni operative, quali obiettivi e risultati attesi, riconducibili all’azione amministrativa delle PA

Leggi tutto »

TAR Sicilia – Catania: divieto di accesso ai filmati della videosorveglianza

Il diritto di accesso garantito dalla legge sul procedimento amministrativo non può essere esercitato nei confronti delle immagini riprese da un impianto di videosorveglianza installato presso il parcheggio di un ospedale, atteso che l’istanza non ha ad oggetto un documento già esistente e nel possesso del soggetto intimato ma è finalizzata a promuovere la formazione di nuovi documenti destinati a contenere le informazioni richieste

Leggi tutto »